Ricette salate

Acquacotta toscana, ricetta di una minestra povera

30 novembre 2017
acquacotta toscana acquacotta maremmana acqua cotta lazio

La ricetta dell’Acqua cotta toscana non mi ricorda un viaggio, non è un piatto assaggiato durante qualche gita, l’Acquacotta toscana è il piatto della mia infanzia. Sapori poveri ma ricchi di gusto.

La meraviglia di questa acquacotta toscana è nella sua semplicità e sopratutto nella sua bontà.  Ogni volta che la faccio mi sorprendo ancora rompendo l’uovo in camicia adagiato sul suo letto di pane vecchio. Mi sento a casa, mi ricorda la mia infanzia e la cucina di mia nonna, ed ogni tanto fa bene tornare indietro nel tempo e sorridere.

Ingredienti per 4 persone

Per realizzare quest’ottima Acquacotta Toscana vi serviranno pochi e poveri ingredienti, possibilmente di origine biologica.

  • 1 cipolla rossa
  • 3 carote
  • 1 costa di sedano
  • 1 pianta di bieta
  • 1 pianta di cavolo nero toscano q.b.
  • 2 pomodori maturi
  • 8 fettine di pane sciapo raffermo
  • 4 uova fresche
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe q.b.
  • 2 litri di brodo vegetale
Procedimento

Per realizzare questa calda e vitaminica acquacotta toscana dovrete lavare e tagliare finemente carota, sedano e cipolla, e farle soffriggere, con un filo di olio extra vergine di oliva in una pentola alta e capiente. Appena gli odori iniziano ad imbiondire aggiungete i pomodori a pezzi e lasciate andare. Aggiungete il cavolo nero e la bieta tagliati abbastanza piccoli ed iniziate ad aggiungere il brodo vegetale (questo deve essere caldo per non bloccare la cottura dell’acquacotta toscana). Salare a piacimento. Lasciate cuocere circa 40 minuti aggiungendo a mano a mano il brodo vegetale alla vostra zuppa.

Poco prima di togliere dal fuoco la vostra acquacotta toscana aggiungete 1 uovo a testa nella pentola, questo si cuocerà con il calore del brodo e sembrerà essere cotto in camicia. Adagiate nei piatti di portata (piatti fondi mi raccomando) 1 o 2 fettine di pane raffermo, versate l’acquacotta toscana e per ultimo l’uovo. Spolverizzate con pepe bianco o nero e servite la zuppa ancora calda.

 

acquacotta toscana ricetta acqua cotta lazio

You Might Also Like

21 Comments

  • Reply Mina Masotina 14 dicembre 2017 at 12:37

    Ho assaggiato questo piatto dai parenti del mio ragazzo che sono toscani, buonissimo! Dei piatti poveri toscani amo anche la panzanella 🙂

    • Reply Marina 15 dicembre 2017 at 15:47

      Anche io adoro in estate la panzanella!

  • Reply Alessandra Oliva 14 dicembre 2017 at 14:02

    Sai che pur vivendo da tanti anni in Toscana, non conoscevo questo piatto, se non di nome? E’ un piatto invitante per questa stagione!

  • Reply Annalisa 14 dicembre 2017 at 14:40

    Io adoro i piatti della tradizione culinaria italiana. Questo accostamento di sapori mi incuriosisce, provo a prepararli e ti scrivo:)

  • Reply ilmondodichri 14 dicembre 2017 at 14:41

    ma che buona!!!!

  • Reply Lorella Bove 14 dicembre 2017 at 14:53

    Mmmh, che buono, questo è uno di quei piatti che riscaldano le gelide giornate invernali, un vero confort food!

  • Reply Erica 14 dicembre 2017 at 17:34

    Non conosco questo piatto ma deve essere uno di quei comfort food perfetti per scaldarsi in inverno. Io faccio spesso zuppe di legumi con farro o orzo, le preferisco a quelle di verdure.

    • Reply Marina 15 dicembre 2017 at 15:45

      Anche io amo molte le zuppe di legumi e di cereali, in inverno sono perfette!

  • Reply Nadia La Bella 14 dicembre 2017 at 17:36

    Questo è un piatto che adoro! 🙂

  • Reply Bruna Athena 14 dicembre 2017 at 19:11

    Se potessi mangiare tutte le verdure e gli ortaggi, per me questa zuppa sarebbe perfetta in inverno!

  • Reply Elena 14 dicembre 2017 at 20:44

    Salvo subito la ricetta: sembra buonissima e farò fare da cavia al mio fidanzato, speriamo mi riesca bene come a te!

  • Reply Martina c 15 dicembre 2017 at 9:25

    Mamma mia che bontà! Non L ho mai provato ma mi hai Proprio incuriosito tanto

  • Reply Meggy Fri 15 dicembre 2017 at 16:05

    Non lho mai provata ma sembra buonissima, recupererò seguendo la tua ricetta

  • Reply Kiki Tales 15 dicembre 2017 at 17:27

    Pazzesca, non ne avevo mai sentito parlare prima! 😀 L’italia ha proprio una cucina unica!

  • Reply Annie 15 dicembre 2017 at 21:52

    Oh devo provarlo assolutamente questa ricetta

  • Reply maria millarte 9 febbraio 2018 at 14:03

    Chissà perché le tue ricette sono di mio gusto, almeno a prima lettura. Vorrei provarla ma visto che il cavolo nero da noi è difficile reperirlo, secondo te come posso sostituirlo?

  • Reply Maria Rita 17 febbraio 2018 at 16:48

    Mi piace la cucina regionale tradizionale. Proverò a farla seguendo la tua ricetta.

  • Reply Giordana Querceto 17 febbraio 2018 at 20:28

    voglio assolutamente provarla! Grazie!

  • Reply Simona 27 marzo 2018 at 14:29

    Mi ricorda mia nonna e l’infanzia! Condivido la ricetta sulla mia pagina Facebook! A presto Simona

  • Reply maryd 4 aprile 2018 at 7:23

    Ciao! Non ho mai mangiato questo piatto. Con i suoi ingredienti mi ricorda la bellezza dei tempi passati.
    Maryd

  • Leave a Reply

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi