Articoli | Diario di viaggio Asia | Giappone | On the road

Tour del Giappone, informazioni utili

11 agosto 2017

L’idea di un tour del Giappone è nata per caso, quando a marzo con mio marito progettavamo le ferie estive un pop-up Alitalia ci ha illuminato: Roma-Tokyo a 450,00 euro….

        Si la nostra prossima vacanza sarebbe stato il paese del Sol Levante!

 Premessa

Per cercare di non tenervi incollate ore ed ore in una lunga lettura sul nostro tour del Giappone voglio solo condividere con voi qui le mie considerazioni e tutte le informazioni utili per organizzare questo meraviglioso viaggio lasciando a post successivi il racconto delle nostre tre tappe.

 

tour del giappone

Organizzazione del viaggio

Quando andare

Ogni momento è quello giusto per intraprendere un tour del Giappone.

Alta stagione

Molti scelgono il periodo dell’Hanami  (sakura) per visitare il Giappone. Questa ricorrenza cade a inizio primavera e coincide con il periodo di alta stagione in Giappone. Se avrete la fortuna di trovare biglietti aerei ad un buon prezzo, la stessa fortuna non vi accompagnerà per il costo del soggiorno. Le camere, infatti, in questo periodo possono arrivare a costare anche 1000 euro a notte, questo perché molte sono le famiglie che si spostano per raggiungere le grandi città ed assistere alla sakura.

Altro periodo considerato di alta stagione per un tour del Giappone è il mese di agosto. Mese che è sinonimo di chiusura aziendale e prezzi alle stelle. Noi personalmente odiamo questo mese, giornate che si iniziano ad accorciare, afa e costi esorbitanti. Capiamo comunque che la maggior parte delle persone ha ferie obbligate e non può avere la fortuna di scegliere quando staccare la spina come noi.

tour del giappone
Laghetto dell’Eur festa dell’Hanami
Bassa stagione

I mesi invernali (escluso dicembre) e il mese di giugno sono considerati periodo di “bassa stagione“, se deciderete di partire in queste date avrete la possibilità di intraprendere un viaggio in Giappone in famiglia a costi veramente contenuti.


Il nostro tour del Giappone si è svolto durante gli ultimi giorni di giugno, da tutti screditato ed additato come mese delle piogge, invece si è dimostrato un’ottima scelta: su 10 giorni ha piovuto solo mezza giornata! Le temperature si sono rivelate miti ed abbiamo girato con una media di 26 gradi ed un cielo limpido. La sera non abbiamo mai avuto bisogno di giacchetto o felpa, anche se la temperatura si abbassava intorno ai 23/24 gradi si stava benissimo.

Viaggio in coppia, famiglia o gruppo?

Un tour del Giappone è sempre un’ottima scelta, sia che voi siate novelli sposini o fidanzati, sia che siate genitori alle prime armi o un’allegra brigata di amici.

In coppia

In coppia abbiamo intrapreso molti viaggi e posso assicuravi che anche il Giappone ben si presta ad essere scoperto in “due”. Molte sono le possibili scelte per un tour romantico, per esempio una giornata sul monte Fuji in qualche piccolo hotel boutique con ogni confort, oppure una bella passeggiata sul ponte rosso Shin Kyo a Nikko.

tour del giappone
Ponte Rosso Shin Kyo, Nikko
In gruppo

Facile è la visita in gruppo avendo il Giappone diverse attrazioni e luoghi da visitare che possono certo accontentare anche i più esigenti. Noi abbiamo fatto il viaggio in gruppo con altre due coppie di amici, e ci siamo divertiti molto… certo abbiamo dedicato più tempo del normale per disegnare ed organizzare le tappe per cercare di conciliare i desideri e le richieste di tutti ma alla fine ne è uscita una meravigliosa esperienza. Tutto quello che ognuno di noi aveva come wish list è stato esaudito!

In famiglia

Come ultimo il viaggio in famiglia… ora che siamo anche noi genitori ci sentiamo di consigliare a pieno questa destinazione a tutti i genitori alle prime armi perché il Giappone è veramente children friendly. Le persone sono umili e disponibili, non parlano fluentemente l’inglese, anzi quasi nessuno lo parla proprio, ma tutti sono pronti ad aiutarti. Non sono richieste vaccinazioni specifiche e il livello di igiene è altissimo. Ovunque parchi giochi per i piccoli con punti ristoro, bagni pubblici con area fasciatoio.

Come muoversi in Giappone

Il Giappone è un  paese piccolo e facilmente percorribile, dotato di una rete di mezzi pubblici e privati da far invidia al resto del mondo.

Un tour del Giappone tramite l’utilizzo dei suoi treni ad alta velocità è una delle cose più semplici e meravigliosa che si possa fare.

Gli shinkansen, o anche detti treni proiettili, percorrono da nord a sud, da est ad ovest la nazione collegando in poche ore piccole località a grandi città. Molte sono le tipologie di biglietti per utilizzare questi treni e pianificare i vostri spostamenti, primo fra tutti il JAPAN RAIL PASS.

tour del giappone
Shinkansen, Kyoto station.
Japan Rail Pass

Il JRP è un pass, che permette di utilizzare i treni della compagnia Japan Railways Group, il principale fornitore di servizi ferroviari del Giappone, in maniera quasi illimitata per un periodo determinato (7 giorni, 14 giorni, 21 giorni). Possono richiederlo tutti i turisti stranieri che visitano il Paese con il “visto” turistico ed il costo varia in base alla durata scelta.

ATTENZIONE: Il Japan Rail Pass ha comunque delle limitazioni. Oltre che per le compagnie non appartenenti al Japan Railways Group, il pass non è valido per i treni ultra veloci: NOZOMI e MIZUHO. Per alcune tratte è prevista una piccola tassa, perché il treno percorre un pezzo di ferrovia non coperto dal servizio JR Pass. Il pass deve essere convertito ed attivato prima dell’utilizzo in un qualsiasi punto informazioni JR.


Noi per gli spostamenti del nostro tour del Giappone abbiamo utilizzato il Japan Rail Pass, acquistato tramite il sito della HIS di Roma circa 2 mesi prima della partenza. Non abbiamo avuto nessun tipo di problema, lo abbiamo attivato il secondo giorno direttamente al desk JR della Stazione di Tokyo.

Dove dormire

In Giappone tre sono le possibili scelte per soggiornare: il tipico futon in un Ryokan, una camera in un hotel di stampo occidentale o una piccolissima capsula.

Ryokan

Il ryokan (旅館) è un albergo tradizionale giapponese che si ritiene risalga all’epoca Edo (1603-1868). Dotato di un bagno all’esterno della camera, pavimenti in tatami ed un giardino in cui si può trovare un padiglione dedicato alla cerimonia del tè, il ryokan ha un arredamento molto povero. I stessi letti (i tradizionali futon) vengono sistemati dopo la cena, disponendo materassini, coperte e cuscini sul tatami. Le porte sono pannelli in carta di riso scorrevoli con rifiniture in legno, la stanza è  illuminata non luce naturale che filtra nei pannelli di riso e crea giochi di luce.

Solitamente durante un soggiorno in ryokan vi verranno servite colazione e cena tradizionali con un servizio completamente diverso da quello di un albergo occidentale. Qui l’ospite è al centro dell’attenzione, tutto è pensato e personalizzato per lui.

 


Durante la pianificazione del nostro tour del Giappone avremmo voluto provare una notte in un Ryokan, ma l’elevato costo ci ha frenato e abbiamo optato per Hotel di stampo europeo.

Hotel

La prenotazione di un soggiorno in un hotel di stampo occidentale durante un tour del Giappone può rivelarsi un’ottima scelta per la dimensione delle camere e dei bagni .

In Giappone, infatti, le camere hanno una  superficie molto ridotta rispetto ai standard ai quali siamo abituati in Europa e gli stessi bagni sono minuscoli anche se dotati di ogni confort. Scegliere un hotel di stampo occidentale può aiutarci ad avere una camera con una dimensione più consona alle nostre abitudini.


La peculiarità del bagno che vi resterà impressa è la “tazza wc elettronica”. Ogni water è provvisto di un display che vi permetterà di trasformarlo in bidet e renderlo “parlante”.


tour del giappone
wc elettronico, Toilette giapponese

 


Gli hotel da noi scelti per soggiornare durante il nostro tour del Giappone sono stati:
Tokyo: Hotel Villa Fontaine Shiodome. Meraviglioso hotel con camere provviste di bagno spazioso rispetto gli standard giapponesi. Buona colazione intercontinentale inclusa nel costo della camera. Bellissimo il chiostro su cui si affacciano le stanze.
Kyoto: Hotel Gran MS Kyoto. Hotel carino e pulito, ma sprovvisto del servizio colazione. Posto in zona tranquilla anche se in pieno centro, infatti si trova ad appena 400 mt dal municipio e 150 mt dalle vie coperte dello shopping.
Hiroshima: Hotel Sunroute Hiroshima. Hotel con ottima posizione ed un ristorante all’ultimo piano con una spettacolare vista sulla Bomb Dome. Camere con bagni piccoli, ma confortevoli. Ottima colazione.

Capsula Hotel

Se avete intenzione di effettuare spostamenti in treno con orari abbastanza scomodi potreste decidere di dormire in una cella dei capsula hotel (カプセルホテル kapuseru hoteru). Questi hotel si trovano, infatti spesso nei pressi di aeroporti o stazioni ferroviarie, permettendo al passeggero che aspetta una coincidenza di fermarsi a dormire risparmiando tempo e denaro, senza dover cercare un albergo per la notte. I capsula hotel  sono piccoli sistemi modulari (2 metri per 1,5) che si ripetono creando un alveare.

Le “celle” dispongono di aria condizionata, servizio sveglia e mini schermo lcd, il bagno è rigorosamente condiviso. All’ingresso vi è un deposito bagagli e spesso angolo bar o una sezione con dei dispenser per il cibo, ma nessun altro confort.

Dove e cosa mangiare

In Giappone mangerete meglio che a casa della nonna.

Ampia la scelta di ristoranti e grande attenzione nella scelta della materia prima, forse proprio per questo la cucina giapponese è stata inserita nella lista dei patrimoni orali e immateriali dell’umanità dell’UNESCO.

Durante il nostro tour del Giappone abbiamo potuto constatare che i ristoranti sono quasi esclusivamente monotematici, cioè sono specializzati in una specifica pietanza. Molti i locali che fanno cucina d’asporto e gli izakaya, ristoranti caratteristici e popolari, un po’ come le nostre trattorie, caratteristica comune è la presenza di pesce fresco e riso cotto al vapore.

Altra caratteristica è la presenza di un menù in 3D, cioè troverete fedeli riproduzioni in pvc dei piatti proposti nel menù (quasi sempre solo in lingua giapponese) per agevolarvi nella scelta.

Tra i molti piatti assaggiati vi suggerisco di provare almeno una volta una calda ciotola di ramen ed un’ inalata di sashimi.


Molti sono i luoghi dove mangiare a Tokyo, un esempio potrebbe essere il Gonpachi nel quartiere di Roppongi. Se riuscite a prenotare una cena in questo meraviglioso ristorante fatevi dare un tavolo al piano superiore, godrete di una vista meravigliosa e vi sentirete come nella scena degli 88 folli di Kill Bill Vol. I. Ottimo rapporto qualità prezzo e servizio impeccabile. Se amate il sushi vi consiglio il mercato del pesce, assaggerete i più buoni nigiri di tonno e salmone di tutto il vostro tour del Giappone.

tour del giappone
Ramen

Scegliere le tappe

Il Giappone ha tanto da offrire, è un paese meraviglioso con attrazioni imperdibili e moltissimi siti patrimonio dell’Unesco. Fare una scelta è quanto di più complicato e snervante possa accadervi.

Noi avevamo 10 giorni a disposizione e volevamo cercare di vedere il più possibile, abbiamo faticato a decidere quali tappe avrebbero strutturato il nostro tour del Giappone. L’unica certezza era voler visitare l’antica Kyoto e la moderna Tokyo.

Dopo aver a lungo letto e studiato le peculiarità e le offerte di ogni città e paesino abbiamo optato per un giro da Tokyo verso sud fino all’isola di Miyajima sfruttando a pieno il Japan Rail Pass.

Le tappe del nostro tour del Giappone:
  • Tokyo                                                      4 notti
  • Nikko                                                      escursione di 1 giorno da Tokyio
  • Kyoto                                                      4 notti
  • Nara                                                        escursione di 1 giorno da Kyoto
  • Arashijama e Foresta di Bambù       escursione di mezza giornata da Kyoto
  • Uji e Fushimi inari                              escursione di mezza giornata da Kyoto
  • Hiroshima                                             2 notte
  • Miyajima                                               escursione di 1 giorno da Hiroshima

Tornassi indietro dedicherei un giorno in più alla bellissima isola di Miyajima, e aggiungerei anche una giornata al monte Fuji per poter avvistare le scimmie e fare un rilassante bagno in una fonte termale (onsen).

Padiglione d’oro, Kyoto
  1. Articolo utilissimo e piacevole da leggere. Non conoscevo affatto il Japan Rail Pass: ora so come deciderò di spostarmi quando finalmente riuscirò a organizzare un viaggio in Giappone! Grazie! 😀

  2. La cultura del Giappone è cosi diversa dalla nostra che mi ci vorrebbe solo un anno per studiarla leggermente ed essere lievemente pronta ad affrontare un viaggio nelle sue isole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi