Valentina Carbone: intervista ad una giovane Blogger

Quest’oggi ho l’onore di farvi conoscere una giovane lifestyle e travel Blogger, una ragazza solare, giornalista e scrittrice: Valentina Carbone. Valentina ha iniziato con il nomignolo di Giornalista Coccinella con un canale Youtube e poi non si è più fermata, come un vulcano in eruzione che non si riesce ad arrestare. Grazie a Valentina per questa intervista e per dimostrare ogni giorno ai suoi followers che volere è potere.

Qualche semplice domanda per conoscere Valentina Carbone

 

Chi è “Giornalista Coccinella”? Descriviti con poche parole ai nostri lettori.

Ecco, iniziamo bene. Giornalista Coccinella non esiste più. Era un nomignolo che, circa 5 anni fa, mi sono attribuita quando aprii il mio Canale youtube e poi, di conseguenza, tutti gli altri social network.

“Giornalista” è il lavoro che ho sempre voluto fare, “Coccinella” è un simbolo di fortuna che mi ha seguita in tutto il mio percorso di vita. Ecco da dove nasceva quel nickname a cui, a dir il vero, sono molto legata. Il mese scorso, però, ho deciso di modificare il nome del mio Blog in modo che mi rappresentasse di più, sia a livello personale che professionale.

 

Valentina Carbone, giovane travel blogger

Cosa ti ha spinto dalla solare e meravigliosa Puglia in quel di Rovigo?

“L’amor che move il sole e l’altre stelle…”

Avevo un lavoro più che gratificante, la famiglia, gli amici ma l’unica persona che mi faceva realmente battere il cuore, era distante. Ho dovuto fare una scelta e la risposta era incisa sul mio cuore già da molto tempo. Ho lasciato tutto e ho seguito l’Amore, quello vero.

 

Cosa ti aspettavi nel 2015 quando hai aperto il tuo Travel Blog? 

Assolutamente nulla. Come dico sempre, io sono stata l’anti-blogger per diverso tempo. Non seguivo le leggi della comunicazione, non mi occupavo di SEO, davo poca importanza alla condivisione, insomma amavo solo raccontare le mie piccole-grandi esperienze in giro per l’Europa.

Poi, qualcosa è cambiato. Ho notato che non era più una stupida passione ma poteva diventare qualcosa di più. Scrivere al ritorno dal lavoro non mi pesava affatto, anzi, mi faceva stare meglio. Fare foto, editare e condividere mi aiutava nei momenti meno felici. Insomma, sentivo che quell’attitudine poteva diventare il mio lavoro.

 

Credevi di poter arrivare a vincere il premio “50 tra i Travel Blogger da seguire”?

Come sopra: assolutamente no. E la sensazione provata quando ho ricevuto quella mail è davvero ineguagliabile. Però, vi dico la verità, pensavo fosse una mail di spam e l’ho spostata subito in quelle da cestinare. Poi, ho avuto qualche rimorso e ho controllato nuovamente il contenuto. Era tutto vero e mi sono sentita la donna più felice del mondo.

Hai qualche consiglio da dare alle nostre lettrici e possibili Travel e Lifestyle Blogger per raggiungere i tuoi livelli?

Prima di tutto, credo di non aver raggiunto alcun livello e qualora lo raggiungessi, un giorno, continuerei a vivere il mio percorso con estrema umiltà. Quello che posso consigliare e che, evidentemente, potrà sembrare una banalità è di dare più del massimo in ogni cosa che si fa senza dare per scontato nulla, senza sperare nell’aiuto di qualcuno, senza sentirsi arrivati solo perché si è raggiunto un risultato.

Salite la vostra strada con intraprendenza, risolutezza e oculatezza. Tutti termini difficili che incorniciano un solo concetto: siate sempre entusiasti e curiosi, solo così offrirete ai vostri lettori quel quid in più che manca sul web.

 

Cosa provi quando fotografi un paesaggio o fai un video dei luoghi da te visitati?

Difficile davvero spiegare cosa provo. So solo che vorrei talmente tanto far conoscere le bellezza del mondo che, spesso, non ho le parole per raccontarle. Poi, però, respiro, focalizzo le emozioni e cerco di tramutarle in parole. Quelle parole prive di banalità e che vorrei arrivassero dritte al cuore.

“Perché le lacrime ti insegnano a sorridere” il libro di Valentina Carbone. Scopriamolo insieme.

Perchè le lacrime ti insegnano a sorridere, Valentina Carbone, intervista ad una giovane travel blogger

Cosa ti ha portato a scrivere il tuo primo libro, “Perché le lacrime ti insegnano a sorridere”?

La mia piccola creatura. Per me è sempre una grandissima emoziona parlare del mio libro. Ma ci provo.

Ho iniziato a scrivere quel libro quando ancora ero tra i banchi di scuola, al Liceo, quando ancora incontravo ragazzi che mi facevano fluttuare su bellissime nuvole rosa per qualche giorno e poi mi spingevano giù come fossi àncora in mezzo al mare. Volevo scrivere qualcosa di più di un’autobiografia, volevo andare oltre i soliti dissidi interiori di un’adolescenza, volevo raccontare le emozioni di una giovane donna che ripercorre la sua vita attraverso delle pagine di diario. Ed è quello che ho fatto.

C’è qualcosa di autobiografico nelle storie e nei problemi adolescenziali che racconti?

Assolutamente sì. Non tutto ma molti aspetti appartengono al mio vissuto che mi ha segnata talmente tanto da voler emergere, in qualche modo. La scrittura è il mio modo migliore!

 

 

Hai un secondo libro in serbo per noi lettrici e followers?

Mi piacerebbe tanto e…ci sto lavorando. Beccatevi sto scoop! 🙂

 

Cosa riserva il futuro a Valentina Carbone?

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Essere felice. Credete sia una banalità?

Vorrei fare tutto quello che mi regala serenità, compreso il lavorare assiduamente e con dedizione per far felice chi mi legge. L’anno scorso ho deciso di lasciare ufficio e scrivania per dedicarmi alle mie vere passioni e mi sembrerebbe un crimine non assecondarle solo per qualche soldino in più.

 

Un caloroso GRAZIE a Valentina per essere stata nostra ospite e aver condiviso con noi idee e sogni. A presto, Marina