Varsavia con i bambini.

Ho trascorso un lungo ponte lo scorso dicembre a Varsavia, e sono rimasta felicemente sorpresa nel trovarmi di fronte ad una capitale molto più occidentale di quello che credevo. Varsavia, città polacca cosmopolita, pulita, riconosciuta Patrimonio dell’Unesco per il suo stupendo centro storico è una meta che ti riempie l’anima di ricordi e di emozioni.
Viaggiando con i bambini, a mio avviso, si deve sempre cercare di renderli partecipi sin dalla prima ideazione ed organizzazione del viaggio, magari estrapolando da internet qualche mistero o leggenda legata alla prossima meta così da far crescere in loro una curiosità e, quello che chiamo, amore per la scoperta del mondo.
Varsavia ben si presta a questo avendo una bella fiaba legata alle sue origini, quella della “Papera d’oro” con una morale che non finirà mai di essere di moda.
Preparati e “gasati” con quanto più materiale possibile i nostri pargoli devono essere felici del viaggio e non “annoiarsi” ed opportuno occuparci di loro durante il soggiorno e non obbligarli solo a vedere “palazzi, musei e biblioteche” ma dedicargli del tempo, farli correre in un parco o portarli in luoghi più adatti alle loro età. Premiate i vostri figli.
A Varsavia troverete l’imbarazzo della scelta, dalla gita sul treno a vapore Kolejki Waskotorowe che unisce la bella esperienza del viaggio ad una visita al museo della ferrovia, o un’intera giornata presso il Museo della Scienza Copernico, ricco di ogni esperienza matematico-scientifica e tecnologica. I vostri piccoli scienziati potranno passare ore ed ore a giocare e svolgere esperimenti per meglio comprendere il funzionamento di quello o quest’oggetto. Molto interessante anche per gli adulti, questo centro sperimentale, offre molte occasioni in notturna per assistere a spettacoli di cover uniti a quelli del planetario.
Varsavia nel periodo invernale offre molti mercatini e una pista di pattinaggio dove i vostri bimbi potranno sfogarsi e sognare di essere dentro al libro “Pattini d’argento”. In estate potrete trascorrere una bella giornata all’interno dei numerosi parchi cittadini o fare una crociera in battello sul fiume.
Ora non vi resta che scegliere il periodo dell’anno e prenotare i biglietti per recarvi a Varsavia con i vostri figli e far crescere in loro quest’amore per la scoperta e il conoscere nuovi lidi.
A presto Mariva