Articoli, Bambini, Bell'Italia, Europa

Visita al Giardino di Ninfa, un’oasi di pace a Sermoneta

La primavera è alle porte e quale scusa migliore per fare visita al Giardino di Ninfa a Sermoneta?

Giardino di Ninfa

Il giardino di Ninfa è stato dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2000 al fine di tutelare l’habitat costituito dal fiume Ninfa e lo specchio lacustre da esso formato, ma anche tutte le aree circostanti che costituiscono la naturale cornice protettiva dell’intero complesso.

giardino di ninfa
Free photo by pixabay.com
Storia

Il primo insediamento riconducibile ad un giardino in queste terre si ha nel XVI secolo, quando il cardinale Nicolò III Caetani, amante della botanica, fece creare a Ninfa un ‘giardino delle sue delizie’. La storia del giardino si alterna tra periodi di abbandono a periodi di recupero fino al secondo dopoguerra.

Nei secoli il giardino di Ninfa si arricchisce di molteplici specie vegetali nazionali ed internazionali. Oggigiorno, all’interno degli otto ettari di parco, si contano circa 1300 varietà di piante ed arbusti.

Quali piante nel Giardino di Ninfa

Molte magnolie decidue, alcuni esempi di betulle e di iris palustri, una sensazionale varietà di aceri giapponesi, ciliegi e meli ornamentali che a primavera fioriscono e danno vita ad una fiabesca Hanami tutta laziale. Un ruolo importante rivestono le rose rampicanti che avvolgono le mura del castello Cateani e bordano le rive del fiume Ninfa. Meravigliosi gli agrifogli, le clematidi e le camelie, ma anche i glicini che a primavera colorano con le loro tonalità lilla il parco.

Il clima particolarmente mite di Ninfa permette anche la coltivazione di piante tropicali come l’avocado, la gunnera manicata del Sud America e i banani, ottima occasione per far conoscere piante lontane ai nostri bambini.
Vi sono anche molti arbusti piantati non solo per la loro bellezza ma anche perché offrono ospitalità alle numerose forme di animali presenti fra cui si evidenzia il folto gruppo dell’avifauna rappresentato da oltre 100 specie censite.

visita al giardino di ninfa
Free photo by pixabay
Quando andare al Giardino di Ninfa

La primavera è sicuramente il periodo migliore per fare visita al giardino di Ninfa. Le piante e i loro colori sono gli indiscussi protagonisti di uno spettacolo meraviglioso, fiabesco. I bambini non smetteranno di correre spensierati e ammirare le miriadi tipologie di fiori e frutti di questo magico parco dove la natura regna.

visita al giardino di ninfa
Free photo by pixabay

Il Giardino di Ninfa ha orari e giorni di visita prestabiliti, quindi vi rimando al loro sito internet per approfondire e acquistare i biglietti di ingresso. Cosa aspettate?

Marina.

7 thoughts on “Visita al Giardino di Ninfa, un’oasi di pace a Sermoneta

  1. La prossima primavera mi piacerebbe molto visitarlo con mio marito….. ci potremmo dedicare una mini vacanza di tutto relax

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *