Formalità d’ingresso negli USA

Quali sono le ultime modalità e limitazioni per accedere sul suolo americano?!

Successivamente all’attentato terroristico dell’11 settembre 2001 le formalità di ingresso negli Usa hanno subito molte modifiche e restrizioni. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza in merito.

Formalità d’ingresso

Per entrare negli Stati Uniti d’America senza visto è necessario essere in possesso di passaporto in corso di validità appartenente ad una delle seguenti tipologie:

– Passaporto elettronico 

unico tipo di passaporto rilasciato dalle questure a partire dal 26 ottobre 2006.

– Passaporto a lettura ottica

rilasciato e/o rinnovato prima del 26 ottobre 2005.

Passaporto con foto digitale

passaporto rilasciato dalle questure nel periodo tra il 26 ottobre 2005 e il 26 ottobre 2006.

compilare-l-esta

Visa Waiver Program (VWP)

Oltre al passaporto, il viaggiatore intenzionato a varcare il suolo americano, dovrà iscriversi al programma Visa Waiver Program (VWP)

Questa procedura è obbligatoria dal 12 gennaio 2009 ed è a pieno carico del turista.  Per registrarsi al programma bisogna compilare il modello ESTA sul sito https://esta.cbp.dhs.gov

È richiesto il pagamento di 14$ a passeggero. Verrà rilasciata una certificazione da presentare in aeroporto al momento del check-in. La richiesta può essere fatta fino a 72 ore prima della partenza ed ha validità 24 mesi.

Misure di sicurezza bagagli e passeggeri

Negli aeroporti americani vige un controllo attento e severe misure di sicurezza. Per quanto riguarda il bagaglio a mano per voli nazionali e internazionali, in partenza da suolo americano, consiglio di verificare attentamente la lista degli oggetti non ammessi e peso massimo consentito sul sito della compagnia aerea.

Le autorità americane hanno intensificato i controlli alle frontiere che vengono effettuati con grande rigidità. Nell’ambito del programma US Visit, al fine di migliorare la sicurezza dei passeggeri, è stata implementata la procedura che prevede la raccolta dati personali di tutti i turisti in arrivo tramite le impronte digitali e fotografie del fondo oculare. Tale procedura di screening si effettua all’atto dell’arrivo nei sportelli di immigrazione.

Per qualsiasi altra informazione utile potete andare sul sito dell’ambasciata e delle nostre autorità preposte:

http://Www.italy.usembassy.gov/vista/default-it.asp

http://Www.viaggiaresicuri.it

Buon viaggio, Marina.

22 Comments

Add Yours
  1. 2
    francesca romana capizzi

    Buzz….. LE SO TUTTE AHAHAHAHA!!! Io ho vissuto in america con un visto J1 e ci sono andata più volte con il weaver. Ogni anno le leggi cambiano e i requisiti anche. E non si capisce mai niente.
    L’unica cosa positiva è che se nell’attuale passaporto hai già un visto di entrata in america puoi passare ai controlli elettronici saltando le file.
    Brava questo è un post utilissimo!

  2. 12
    erica

    io ho appena ottenuto un visto Usa per la durata di 5 anni. Pensi che dovrò fare comunque l’esta partendo o ormai mi hanno già verificata in tutti i laghi e in tutti i luoghi (visto che ho fatto anche colloquio con il console americano all’ambasciata a Roma)?

  3. 17
    alessandra

    Ottime linee guida, quando facevo l’hostess e i voli per il nord America, non puoi capire quante persone arrivavano in aeroporto con documenti sbagliati, e perdevano il volo
    Alessandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *