Si può volare con il gesso? Facciamo chiarezza!

Prima che mia figlia Irene si fratturasse il gomito a 24 ore dal nostro volo per Berlino, la domanda “si può volare con il gesso” non mi aveva mai sfiorato. Ma ora che fare? Annullare tutto o tentare la sorte e partire lo stesso?

La risposta è stata dettata dalla tenera età di Irene e dalla semplice frattura composta. Avendo appena 2 anni e mezzo, i medici hanno deciso di farle la doccia gessata, molto più leggera e facile da gestire rispetto al tradizionale gesso. E con il senno del poi posso dire “e per fortuna!” perché ci ha permesso di non perdere l’occasione di un viaggio in famiglia. Non prendetemi per una #mammadimerda che se ne frega della propria figlia e della sua salute, abbiamo monitorato la situazione e chiesto parere al pediatra ed all’ortopedico che ci hanno dato il nullaosta per Berlino!

volare con il gesso

Si può volare con il gesso?

A questa domanda devo rispondere con un “dipende“. Infatti, se siete stati sottoposti ad un’ingessatura recentemente, non superiore alle 48 ore, la maggior parte delle compagnie aeree vi proibiranno di prendere un volo. La pressurizzazione della cabina ad alta quota può generare gonfiore agli arti e, se questi sono chiusi in un gesso, si possono rischiare problemi circolatori.

Se non volete perdere la possibilità di partire per le tanto sognate vacanze potrete aggirare l’ostacolo tagliando il gesso per tutta la sua lunghezza. Questa fessura eviterà il rigonfiamento delle vene dovuto all’alta quota e vi permetterà di volare! Ricordate che per effettuare questa procedura dovrete rivolgervi all’ospedale (sala gessi – ortopedia).

Suggerimento che mi sento di darvi è quello di farvi rilasciare una certificazione medica che attesti il vostro stato di salute e la necessità, o meno, di assumere speciali medicine anti coagulanti (per esempio eparina) anche durante il volo.

volare con il gesso

Si può volare con la doccia gessata?

Si, si può volare con la doccia gessata, e la sua presenza non comporta nessun rischio particolare.

Molto più semplice da gestire, visto il suo peso ridotto rispetto, alla classica gessatura, la doccia gessata è una valida alternativa per piccole fratture che non richiedono la completa immobilizzazione.

Essendo aperta, come un guscio a metà, la doccia gessata non impedisce la corretta circolazione sanguigna come può fare un gesso classico, e per questo è adatta anche per voli aerei.

volare con il gesso

Prenotazioni aeree e gesso, come comportarsi

Quasi tutte le compagnie aeree dispongono di politiche e strategie per la gestione di malati e/o persone che hanno subito un infortunio. E’ buona norma contattare la compagnia aerea non appena è accaduto l’incidente, così da potervi tutelare e sapere come comportarvi.

Nel caso di arti superiori ingessati (come è successo a nostra figlia Irene) dovrete specificare la tipologia di gesso (integrale- classico oppure aperto) e potrete prenotare un posto a sedere standard.

Diverso è il caso per l’ingessatura degli arti inferiori. Se non siete in grado di piegare le ginocchia e dovete necessariamente tenere la gamba distesa, vi verrà richiesta la prenotazione di 2 o 3 posti/sedute (come per esempio fa Ryanair).

Naturalmente ogni compagnia ha il proprio vademecum quindi prima di “fasciarvi la testa” contattatela!

5 Comments

Add Yours
  1. 2
    Alessandra

    Molto utile… Speriamo non capiti, ma se capita meglio sapere come comportarsi. Grazie! La battuta sul fasciarsi la testa ci voleva!!

  2. 3
    Alessandra

    Molto utile… Speriamo non capiti, ma se capita meglio sapere come comportarsi. Grazie! La battuta sul ‘fasciarsi la testa’ ci voleva!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *