Collaborazioni · Consigli di viaggio

La scatola delle 52 settimane per bambini

Conoscete la scatola delle 52 settimane? Questo è uno dei più recenti metodi per risparmiare e, dopo 365 giorni, poter avverare un sogno, anche solo in minima parte! Il 1 gennaio scorso abbiamo iniziato la nostra raccolta ed anche Irene ha voluto cominciare la sua, obiettivo: un biglietto aereo! Ma come fare una scatola delle 52 settimane per bambini?

Come risparmiare in 52 settimane?

La scatola delle 52 settimane prevede di mettere via, appunto in una scatola, una somma pari al numero della settimana in cui ci si trova. All’inizio è molto semplice, quasi un gioco da ragazzi, visto il basso numero di monetine, quando si arriva verso giugno la situazione inizia ad essere leggermente “più difficile”! Il peso di incidenza sul portafogli è diverso, tra 4 euro e 40,00 euro, non trovate? Per ovviare a questo problema si può decidere di inserire una quota forfettaria di 25 euro ogni 7 giorni ed ottenere un’importo totale simile… a voi la scelta!

L’apertura della scatola si avrà solamente il 1 gennaio dell’anno successivo, o perché no, anche la sera di capodanno così da poter contare non solo i minuti che ci separano dalla mezzanotte.

Scatola delle 52 settimane per bambini

I grandi hanno uno stipendio, e riescono a fare questo piccolo sacrificio, ma i bambini come fanno a mettere da parte i loro soldini? Loro mica lavorano! Qui veniamo in soccorso noi genitori concedendo loro una piccola mancetta.

Ammettiamolo, tutti abbiamo avuto da piccoli una paghetta settimanale o mensile che serviva per comprare merende o giornalini, ma soprattutto era sinonimo di fiducia. I genitori cercavano di farci crescere responsabili e di aver chiaro il senso del denaro, perché non farlo anche noi con i nostri figli?
Irene ha osservato per un periodo la nostra scatola delle 52 settimane ed una mattina ha esordito “mamma la voglio fare anche io, voglio prendere un aereo!”. Come accontentarla?

Abbiamo scelto di acquistare il salvadanaio di MomMed, simpatico ed elettronico che potesse aiutarla nella conta dei suoi risparmi e farle capire il senso del denaro. Ogni soldino risparmiato potrà portarla ad avverare il suo desiderio: tornare in aereo.

Per quanto riguarda la “mancetta” ad Irene, abbiamo deciso di darle qualche monetina, mai più di 2 euro (ha pur sempre 5 anni!) ogni volta che ci aiuta nelle commissioni o attività domestiche o è particolarmente brava. Il “suo premio” per comportarsi bene, la paghetta per il suo lavoro “essere una bambina felice e responsabile”.

Come realizzare una scatola delle 52 settimane per bambini

Se non volete acquistare un salvadanaio di plastica e avete lo spirito creativo, molti sono i modi per realizzare la scatola delle 52 settimane per bambini!

Quello che mi viene in mente per primo è il riciclo di una scatola di scarpe. Potrete sigillarla con la colla a caldo e praticare un foro sul coperchio e poi lasciarla alla fantasia dei bambini. Con glitter, colori a tempera o acquarelli sarà puro divertimento risparmiare!

Restando in tema di ri-uso potrete prendere una bottiglia di plastica (quelle del latte a lunga conservazione sono perfette) e chiudere il tappo con colla o scotch. Ricordate di forare il collo molto il alto, così ci sarà più “spazio per risparmiare”. Potrete far colorare la bottiglia ai bambini o semplicemente vestirla con pezzi di stoffa e nastrini! Se non avete la bottiglia del latte va bene anche un barattolo di vetro, tipo quelli delle conserve (qui come fare il barattolo della calma Montessori)!

Qualsiasi sia la scelta del contenitore l’importante è far capire ai nostri figli il valore del denaro e del riciclo! Buona scatola delle 52 settimane!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *