Europa Germania Viaggi

Visitare il Muro di Berlino con i bambini

20 Aprile 2019

Visitare il Muro di Berlino con i bambini trentanni dopo la sua caduta è stata un’emozione indescrivibile. Abbiamo cercato di spiegare a nostra figlia cosa volesse, dire prima del 1989, il Muro di Berlino per molte persone.

Una cortina perimetrale che divideva una popolazione in due, Est ed Ovest a confronto ed in un continuo rincorrersi senza abbracciarsi mai, fino a quando trent’anni fa la notizia dei media della CADUTA.Muro di Berlino

Il Muro di Berlino è il simbolo della cortina di ferro, linea di confine europea tra le zone controllate da Francia, Regno Unito e U.S.A. e quella sovietica, durante la guerra fredda.

La fortificazione fu voluta dal governo della Germania Est (Repubblica Democratica Tedesca, filosovietica) per impedire la circolazione delle persone tra Berlino Ovest (Repubblica Federale di Germania) ed il proprio territorio.

Eretto il 13 agosto 1961, lungo circa 155 km per 3,6 metri di altezza, il Muro era composto da due blocchi paralleli di cemento armato, separati dalla cosiddetta “striscia della morte“. Una vera e propria zona invalicabile.

visitare il muro di berlino con i bambini

Muro di Berlino oggi: East Side Gallery

Dopo la caduta nel 1989, il Muro di Berlino, è stato piano piano eliminato ed al suo posto sono state aperte strade, costruite case e parchi giochi. Una piccola sezione però è rimasta in piedi, pochi chilometri che vogliono far vedere cosa l’uomo è in grado di fare, Un promemoria della cattiveria umana trasformato oggi in un muro di pace, denominato East Side Gallery.

east side gallery muro di berlino con i bambini

Lunga 1,3 chilometri, la East Side Gallery è interamente dipinta con graffiti fatti da diversi artisti, riguardanti la caduta del muro in seguito alla fine della “guerra fredda”.

visitare il muro di berlino con i bambini

Muro di Berlino con i bambini

Per una bambina piccola OGGI, il Muro di Berlino non significa nulla, se non la possibilità di correre e osservare disegni buffi su una lunga parete. IERI, la stessa bambina lo vedeva come un nemico che la divideva dall’opulenza e dalla libertà. La caduta del Muro ha segnato un’era, ecco perché visitarlo, ecco perché cercare di capire cosa significasse.

muro di berlino con i bambini, east side gallery

Visitare il Muro di Berlino con i bambini può spiegare loro cosa volesse dire vivere in quel periodo storico. Aprire la loro mente ed avvicinarli alla storia contemporanea. Scegliere di passeggiare lungo i meravigliosi murales della East Side Gallery mostra ai nostri figli la voglia e l’impegno di riprendersi i propri spazi e la propria vita.

muro di berlino con i bambini

La zona è pianeggiante con aree dove sedersi all’ombra del muro mentre i bambini possono dare da mangiare alle paperelle che abitano lo Sprea.

east side galley muro di berlino con i bambini

Come raggiungere la East Side Gallery

Per visitare il Muro di Berlino con i bambini bisogna raggiungere il quartiere Friedrichshain. La East Side Gallery si trova sulla Mühlenstrasse, a lato del fiume Sprea. Sorge fra la stazione Berlin Ostbahnhof e la fermata della metropolitana di Warschauer Straße. Noi per comodità l’abbiamo raggiunta grazie al comodo servizio della Circle Line che ferma proprio di fronte.

muro berlino con i bambini, tretanni caduta muro berlino

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply Marina 3 Maggio 2019 at 8:42

    È giustissimo portare i bambini a conoscere la nostra storia più recente. Dici bene: per loro oggi è solo un muro colorato, ma fino a che eravamo bambine noi era un simbolo di odio e di divisione, un qualcosa che oggi non è tollerabile

  • Reply Stefania 3 Maggio 2019 at 14:20

    Non ho mai visto Berlino e mi attira molto soprattutto per questa parte di storia. Sono sicura che è un grande insegnamento per i nostri figli!

  • Reply Monica 3 Maggio 2019 at 19:44

    Anche noi ci siamo stati con nostro figlio….Che peró dormiva sonoramente nel passeggino e non ha visto nulla,se non le foto!

  • Reply Lucy 5 Maggio 2019 at 5:47

    Ti ringrazio molto per l’approccio con cui hai scelto di affrontare il post. Trasmettere le lezioni della storia alle nuove piccole personcine è fondamentale. Pensa che proprio oggi ho letto un altro post sul Muro di Berlino, scritto da una persona che non mostrava di aver capito molto di tutto questo… anche per questo, grazie. <3

  • Reply Giulia 5 Maggio 2019 at 22:38

    Fai bene a portare i bambini a conoscere il passato e la storia, che serva da monito per le generazioni future. Noi non possiamo neanche immaginare cosa volesse dire vivere nella stessa città separati da un crudele muro.

  • Leave a Reply