Come richiedere il visto per la Russia fai da te.

Per il nostro prossimo viaggio a Mosca ho fatto la follia di richiedere il visto per la Russia fai da te… ma alla fine follia non si è rivelata e siamo riusciti ad ottenerlo senza problemi.

Documenti necessari per richiedere il visto per la Russia fai da te

Ovunque leggerete che, richiedere il visto per un viaggio in Russia, senza passare tramite agenzie turistiche sia complicato, ma non è così! Parola nostra che siamo riusciti nell’intento senza problematiche! I documenti necessari da presentare per richiedere il visto turistico sono pochi e di facile reperibilità.

Vi serviranno nell’ordine:

  • foto tessera con sfondo bianco, diversa da quella riportata sul passaporto
  • passaporto valido con almeno sei mesi residui
  • lettera di invito 
  • modulo compilato e stampato per la richiesta del visto (potrete compilarlo qui)
  • assicurazione di viaggio riconosciuta dalla Federazione Russa

Cosa fare una volta reperiti tutti i documenti?

Procurati tutti i documenti necessari per richiedere il visto per la Russia fai da te, vi basterà prendere appuntamento in uno dei VHS Centri Visti autorizzati dalla Federazione Russa e portare il tutto.

Lo scopo principale del VHS, è di rendere la procedura di rilascio più semplice e veloce. Gli operatori VHS offrono consulenza su dubbi ed incertezze  sull’ottenimento del visto, possono compilare il modulo di richiesta per voi (a pagamento), e sono gentilissimi che non guasta mai. Noi ci siamo trovati benissimo. 

I vostri documenti saranno trasmessi all’Ufficio Consolare dell’Ambasciata, o al Consolato Generale della Federazione Russa, e solo loro daranno il consenso al rilascio del visto.

visto per la russia fai da te

L’appuntamento può essere preso a questo link, solitamente è disponibile la prenotazione bimestrale.

Le tempistiche per il rilascio del visto si aggirano intorno ai 4-7 giorni. Pagando un piccolo extra potrete anche riceverlo a casa tramite corriere espresso.

Quanto costa il Visto per la Russia fai da te?

Noi abbiamo risparmiato notevolmente consegnando la domanda per il visto da soli, pagando solamente 240 euro in 3.

Quando ho deciso di intraprendere quest’avventura del visto fai da te ho iniziato a studiare su come poter “risparmiare” e non spendere le 250 euro chieste da molte agenzie turistiche a persona! Cifre veramente esorbitanti, per non chiamarle un vero e proprio furto!

Ecco i costi aggiornati proposti dal VHS

Tempi di valutazioneDiritti consolariCosto di servizio
(Iva inclusa)
Visto ad ingresso singolo, doppio  
4-10 giorni lavorativi35 €45 €
1-3 giorni lavorativi70 €45 €

Ma quali sono le spese “vere” da affrontare 

A mio avviso, le uniche spese vere da dover affrontare sono l’assicurazione medica ed i diritti consolari. Tutte le altre sono superabili ed azzerabili con il fai da te, ecco come: 

  • Lettera di invito

La lettera di invito viene offerta gratuitamente da molti hotel russi, a fronte di una caparra di 30/50 euro a persona che verranno rimborsate all’atto del check in. Molti sono i siti internet che vi stuzzicheranno con lettere d’invito spacciate per 20 dollari, ma fate attenzione sono solo specchietti per allodole. Una volta prenotato il vostro hotel, inviate una mail e chiedete la procedura per ottenere gratuitamente la lettera d’invito. Solitamente viene inviato un modulo da compilare con i vostri dati personali e fotocopia del passaporto che dovrà essere rinviato  per il rilascio della lettera; niente di più semplice!

  • Compilazione del modulo di richiesta

Il sito per la compilazione del modulo di richiesta, il https://visa.kdmid.ru/, a primo impatto sembra difficile ma, una volta selezionata la lingua italiana ed iniziato a navigare, risulterà chiaro ed intuitivo.

Scelto il tipo di visto da richiedere (nel nostro caso quello turistico) dovrete iniziare a compilare il format rispondendo alle domande. I quesiti sono di tipo anagrafico (nome, cognome, data di nascita e residenza) e di tipo burocratico (se avete già visitato il territorio russo, numero di passaporto).

Ricordate che ogni partecipante, anche se minorenne deve avere il suo modulo di richiesta firmato e con foto tessera! Spendere 15 euro a persona per farsi compilare questo modulo dagli operatori del Centro Visti VHS sono veramente troppi! 

come ottenere il visto per la russia fai da te

Per quanto concerne l’assicurazione medica, noi ci siamo affidati per il nostro viaggio in Cina alla Columbus annuale (intero mondo) e abbiamo potuto usufruirne anche per questo viaggio a Mosca senza dover spendere ulteriormente. Se non avete un’assicurazione annuale, non temete, potrete stipularla una direttamente presso il VHS pagando una cifra irrisoria (circa 4 euro al giorno/persona). Ricordate che l’assicurazione deve riportare il numero, i nomi dei partecipanti assicurati, e la validità che deve essere per tutto il periodo del soggiorno.

Marina

11 Comments

Add Yours
  1. 1
    Silvia The Food Traveler

    Nel mio caso, proprio per il viaggio a Mosca, mi ero un po’ preoccupata prima della partenza perché il centro più vicino a casa mia è quello di Milano, a due ore e mezza di macchina. Avrei dovuto prendermi almeno un giorno di ferie e mi era scomodo. Poi ho trovato un’agenzia a Torino che si sarebbe occupata di tutto ma le cifre erano un po’ troppo alte, qualcosa come 75 euro a testa oltre al costo del visto. Poi alla fine ho scoperto che un’agenzia di viaggi nella mia città si occupa di tutta la pratica, così abbiamo risolto con 15 euro a testa. Peccato che però non sia una cosa che si trova su internet: magari in altre città di provincia esistono agenzia di viaggi come questa che si occupano del visto senza far spendere un occhio della testa.
    Buon viaggio allora, non vedo l’ora di leggere i tuoi post al ritorno!

  2. 5
    ANTONELLA MAIOCCHI

    Molto utile il tuo articolo! Io sono stata in Russia alcune volte e sempre per lavoro quindi al visto ci ha pensato l’agenzia che una volta ha pure sbagliato la data!! Siccome mi stuzzica molto l’idea di visitare San Pietroburgo “da turista”… utilizzerò le tue info per evitare la spesa del visto fatto in agenzia.

  3. 7
    Daniela

    Ho letto di recente che per S.Pietroburgo e Mosca ci sarà la possibilità, a partire dal 2020, di fare un visto online in modo molto più semplice. Non sono preparata sull’argomento però, tu ne sai niente?

  4. 9
    Rossella

    Grazie Marina per i consigli super utili: ogni volta che so della necessità di un visto per un Paese che vorrei visitare mi blocco…ho sempre paura delle lungaggini della burocrazia necessaria. Questo tuo articolo mi invoglia a riprendere in considerazione la Russia per un prossimo viaggio

  5. 10
    Lucy

    Questo post mi ha risvegliato degli incubi 😀 Il mio primo viaggio in Russia risale ormai a più di 15 anni fa, tutto era molto meno regolamentato di così, ricordo le code al consolato di Milano, prima per portare la modulistica poi per ritirare il passaporto. Ma roba di tipo quattro ore a botta, prima che si potessero prendere gli appuntamenti online. Code assurde e certe litigate in fila per il posto… aiuto!

  6. 11
    Raffi

    Sto pensando da un po’ di tempo di andare a San Pietroburgo e fare il giro delle opere di Giacomo Quarenghi, ma non ho voglia di affidarmi ad un’agenzia. Questo post è davvero molto utile. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *