Europa Spagna Viaggi

Come trascorrere un week end a Barcellona. Diario di viaggio.

21 febbraio 2018
week end a barcellona, visitare casa batllo, casa batlo, vetrate casa batllo barcellona

Un week end a Barcellona può essere l’occasione per vedere la Sagrada Familia, passeggiare lungo la Rambla e mangiare tapas nel Barrì Gòtic. Lo ammetto, faccio outing: non ero mai stata in Spagna prima d’ora. Mi vergogno enormemente mentre sto scrivendo questo post, avere 35 anni, aver girato quasi tutti i continenti prima di aver deciso di trascorrere un week end a Barcellona è riprovevole.

Il nostro week end a Barcellona

Giorno 1/3

Il nostro week end a Barcellona inizia il venerdì mattina con un volo diretto operato da Alitalia da Roma Fiumicino. Nulla da eccepire. Spostamento diretto al centro città con un comodo servizio pullman. Sistemato la parte burocratica del check in siamo pronti per iniziare a visitare Barcellona.

Abbiamo dedicato il venerdì a scoprire il Barrì Gòtic. Cuore della città vecchia, questo quartiere è animato dalle più belle opere architettoniche di Barcellona. Al centro spicca la meravigliosa Cattedrale della Santa Croce e di Sant’Eulalia, chiesa gotica iniziata nel 1298, con una bellissima cappella romanica intitolata a Santa Llùcia. Da qui si arriva in breve tempo a Placa de Sant Jaune dove si affacciano il palazzo del governo (Palau de la Generalitat) e il municipio (Casa de la Ciutat). Risaliamo la Carrer dels comtes de Barcelona  per vedere il Palazzo Reale, che fu residenza dei conti-re di Barcellona dal XIII secolo.

week end a barcellona, barri gotic

Passeggiare tra i vicoli storici di Barcellona, ricolmi di turisti, ci trasmetta energia e non ci accorgiamo dei molti chilometri macinati! La sera siamo sfiniti, ma felici. Vi consiglio di iniziare il vostro week end a Barcellona proprio da qui, dalle basi storiche della città. Vi permetterà di vivere appieno il periodo cinquecentesco e gotico della città. Ne resterete affascinati.

barrio gotico barcellona, week end a barcellona

Giorno 2/3

Il sabato mattina arriva troppo presto a svegliarci dal nostro sonno, ma nonostante siamo in vacanza, non possiamo poltrire solamente. Dopo una buona colazione in una caffetteria sulla rambla adocchiata la sera prima, ci dirigiamo al meraviglioso Mercato della Boqueria. Qui potete trovare di tutto, dalla frutta locale a quella esotica, dalle caramelle alla cioccolata; ma anche bar e locali per pranzare o fare un aperitivo con tapas e sangria.

week end a barcellona, la boqueria

week end a barcellona, la boqueria

Passeggiare tra tutte quelle bancarelle mi riporta con la mente al nostro lontano viaggio in Thailandia. Lo stesso aroma che aleggiava tra i venditori e l’identica voglia di assaggiare tutto indistintamente. Unica differenza i costi… In Thailandia con pochi Bath (1 euro = 40 bath) mangiavi fino a scoppiare, qui a mala pena riesci a saziarti… Ma si sa l’Europa è molto più cara rispetto all’Asia! Usciamo con un buon frullato di cocomero e fragole dirigendoci alla fine della rambla, per vedere il porto. Barcellona, come è noto,  detiene uno dei più grandi porti del bacino Mediterraneo e, differentemente da come me lo immaginavo, non è una grande Civitavecchia, ma un luogo curato e volto al turismo. Trascorrere una piacevole mattina passeggiando qui e facendo giocare i vostri bambini può essere molto rilassante. Il bianco delle case e il blu del mare vi faranno un’ottima compagnia.

Antonì Gaudì

Naturalmente non siamo venuti a trascorrere un week end a Barcellona solo per vedere le navi da crociera attraccare, ma sopratutto loro, le meravigliose opere di Gaudì.

sagrada familia, antoni gaudi, week end a barcellona

Come molti di voi sanno, la Sagrada Familia, l’opera più famosa di Gaudì, è tutt’ora un enorme cantiere in divenire, quindi sta a voi decidere se entrare o vederla solo esternamente. Noi, di comune accordo, abbiamo scelto la seconda opzione sopratutto perché scoraggiati dalla chilometrica fila per i biglietti e i controlli. Decidiamo di scattare qualche foto e dirigerci a vedere casa Milà (La Pedrera) e casa Batlò.  Quest’ultima, tra tutte le opere architettoniche di Gaudì, è quella che ha rapito il nostro cuore. In ogni dove si ritrova costante e ridondante il tema del mare. L’architettura e i mosaici riproducono il movimento delle acquee dove, il colore predominante, è il blu in tutte le sue sfumature e gradazioni.

vasa battlo, week end a barcellona

casa batlo gaudi barcellona

casa battlo, week end a barcellona

La sera abbiamo optato per un aperitivo alle Fontane Danzanti. Le fontane magiche di  Montjuïc sono uno spettacolo molto simpatico all’interno di un bellissimo parco dove i bambini potranno giocare e correre liberamente. Lo show dura circa mezzora tra luci, suoni e giochi d’acqua. Veramente un’occasione di relax da consigliare… e poi li vicino c’è lo stadio di calcio del Barcellona.

fontane magiche barcellona, week end a barcellona

Giorno 3/3

E’ arrivata anche la domenica, l’ultimo giorno del nostro week end a Barcellona, ma sicuramente il più atteso, perché interamente dedicato al meraviglioso Parco Guell.

parco guell, week end a barcellona

Definito Patrimonio dell’Unesco, il Parco Guell è la creazione più eclettica di Antonì Gaudì, commissionatagli nel 1890 dal Conte Eusebi Guell per ospitare una città giardino su 20 ettari di proprietà del casato. Purtroppo solo un 20% del progetto iniziale è stato realizzato, ma quello che oggi possiamo vedere è letteralmente indescrivibile!

Ovunque colori primari e mosaici di porcellana, torri e colonne ritorte, giochi di specchi, di luci ed ombre. Ridondanza di materiali poveri come il tufo misto a porcellane smaltate. Un meltin pot che vi inebrierà. Non mi soffermo sul rapporto Parco Guell – Bambini perché questo è un binomio vincente. I vostri piccoli impazziranno letteralmente all’interno di questo immenso spazio verde. Avranno modo di correre e ammirare bellissimi giochi di luci, ma in primis si avvicineranno al mondo storico artistico giocando!

parco guell, week end a barcellona

Avvertenza: il terreno è leggermente scosceso e non asfaltato, non proprio il massimo per girare con il passeggino.

La giornata passa troppo velocemente, dobbiamo correre a prendere le valige in hotel e rientrare a Roma, il nostro week end a Barcellona è già finito ma, di una cosa siamo certi: torneremo!

Marina

You Might Also Like

30 Comments

  • Reply marika 21 febbraio 2018 at 10:25

    Ho sempre amato Barcellona, dopo l’università ci ho fatto un viaggio post laurea strepitoso!
    Grazie per questo post.

  • Reply Ema 21 febbraio 2018 at 10:46

    Amo Barcellona, mi hai fatta tornare lì con la fantasia!

  • Reply Silvia 21 febbraio 2018 at 12:35

    Che meraviglia Barcellona! Foto e commenti molto belli e pertinenti… mi hai fatto venire voglia di tornarci!!!!

  • Reply Francesca 21 febbraio 2018 at 14:09

    Io ho 34 anni e ammetto che non sono mai stata a Barcellona! Non amo molto lo spagnolo…. Ormai ci andrò con la piccola che sta per nascere…. grazie per i consigli perché mi sono promessa che sarà la nostra prossima meta di viaggio.

    • Reply Marina 21 febbraio 2018 at 14:12

      Che bello il primo viaggio in tre è un’emozione unica! Se vuoi trovi molti consigli sui viaggi con bambini e sul come comportarsi in volo!

  • Reply unafamigliadaspasso 21 febbraio 2018 at 21:42

    Wow… anche io mi vergogno un pochino perché della Spagna ho visitato davvero quasi tutto, tra nord e sud… ma non sono mai stata né a Barcellona né a Madrid… di queste due città conosco solo l’ aeroporto… Mi sa che devo assolutamente rimediare!!!!

  • Reply Federica 23 febbraio 2018 at 9:59

    Barcellona è stupenda.. mi hai fatto venire voglia di tornarci!
    E devo ritornarci.. voglio farla visitare al mio compagno!
    🙂

  • Reply Deb 23 febbraio 2018 at 10:50

    Barcellona ci ho lasciato un pezzo di cuore in quella città. La amo immensamente per la sua architettura..le persone..il cibo!

    Ci tornerò…devo tornarci!

  • Reply La_Fede 23 febbraio 2018 at 11:31

    Barcellona è stata uno dei miei primi amori e leggere i tuoi racconti mi ha portata indietro nel tempo!!!La

    • Reply Marina 23 febbraio 2018 at 17:27

      È un onore averti fatto ricordare un viaggio lontano nel tempo

  • Reply Cassandra - Viaggiando A Testa Alta 23 febbraio 2018 at 13:51

    Barcellona è una città bellissima! Da vedere e rivedere perchè ogni volta ha qualcosa di nuovo da offrire!

  • Reply Serena Proietti Colonna 23 febbraio 2018 at 13:54

    Sono tornata da poco da Barcellona! una cittá che ho ricoperto da grande e con molto piacere. Abbiamo fatto piú o meno un percorso simile, ma sfortunatamente non sono potuta passare a Montjuïc! Dalle foto e dal tuo racconto sembra straordinaria!
    Io me ne sono cosí innamorata che non vedo l’ora di tornarci 🙂

    • Reply Marina 23 febbraio 2018 at 17:25

      Si era fantastica… certo dopo aver visto anni prima quelle del bellagio questa era un po’ mena ma sempre stupenda

  • Reply K AROUND THE WORLD (@konsuelogennari) 23 febbraio 2018 at 14:14

    Adoro i diari di viaggio, con il tuo mi hai riportato alla mente il mio weekend a Barcellona che ormai è lontano negli anni

  • Reply Alessia - UnaValigiaDiEmozioni 23 febbraio 2018 at 18:30

    Quando siete venuti a Barcellona?? E perché non ci siamo viste? 🙂 sono contenta ti sia piaciuta…bella Barcellona sempre un ottima scelta ❤️

  • Reply Sofia 23 febbraio 2018 at 19:59

    Anche per me Barcellona è stata la mia prima volta in Spagna. Ma ho evitato la Sacrada Familia. Però ho una foto del mercato della frutta molto simile alla tua.

  • Reply Raffaella 23 febbraio 2018 at 23:05

    Un tour super classico il tuo, ma davvero perfetto per una prima volta a Barcellona. Poi hai avuto modio di ritornarci? Io ci sono stata tante volte sia per lavoro che per piacere, ma ti confesso che ho più un debole per Madrid.

    • Reply Marina 23 febbraio 2018 at 23:11

      No ancora no ma spero presto di tornare!!!

  • Reply Robi - Tre cuori e una valigia 25 febbraio 2018 at 20:05

    A Barcellona abbiamo spento al prima candelina del nostro fagiolino. Una città che ci ha regalato dei momenti straordinari. Gaudì impagabile!

  • Reply Dani 26 febbraio 2018 at 8:36

    Anch’io prima volta a Barcellona qualche mese fa… ho fatto praticamente il tuo stesso itinerario!

    • Reply Marina 26 febbraio 2018 at 11:58

      Si Dani mi ricordo le tue foto su FamilyGlobetrotter!!

  • Reply stefania 27 febbraio 2018 at 9:20

    bellissime foto , ottimo per chi si reca per la prima volta a Barcellona!brava

  • Reply Laura 27 febbraio 2018 at 13:12

    Barcellona è davvero una città affascinante adatta per un weekend lungo in famiglia.

  • Reply Tiziana 2 marzo 2018 at 9:11

    Sono stata a Barcellona 2 volte ma è ùn posto che nn stanca mai! Complimenti per la tua guida ben fatta

  • Reply Silvia 2 marzo 2018 at 14:53

    Ero curiosa di leggere su Barcellona perche vivo qua da 9 anni e posso dire che avete visto tanto in tre giorni, complimenti!
    Se torni la prossima volta ti faccio fare un girino per conoscere I “segreti” di Barcellona..descritta molto bene!

  • Reply alice delle meraviglie 2 marzo 2018 at 18:05

    oggi mi imbatto sempre in Barcellona, sara’ un segno ? sarà il caso di raccogliere info per tornarci, prendo appunti.

  • Reply Valentina 2 marzo 2018 at 18:55

    Grazie a questo tuo articolo ho rivissuto alcuni dei bellissimi momenti che hanno contraddistinto la mia vita barcellonese! Quanta nostalgia!!

  • Reply Giovy Malfiori 3 marzo 2018 at 15:43

    I mercati di Barcellona sono la cosa che amo di più della città .

  • Reply eleonora 9 marzo 2018 at 19:18

    bellissimo questo post, Barcellona mi è piaciuta tantissimo la prima e unica volta in cui sono stata.. ma ero piccola e con i miei genitori, vorrei tanto tornare, magari da sola o con amici 🙂
    ti volevo chiedere inoltre se hai mai scritto qualche articolo riguardante il blog in generale 🙂

  • Leave a Reply

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi